Come creare Gruppi di Acquisto alimentari con Gruppi Facebook

23

Giu 18

Come creare Gruppi di Acquisto alimentari con Gruppi Facebook

Ti sei mai chiesto se sia possibile vendere alimentari di nicchia online senza necessariamente avere un sito e-commerce?

La risposta è sì, si può attivare un processo di vendita pur non avendo un sito e-commerce (per come te lo immagini tu)

A breve, Facebook introdurrà i gruppi Facebook a Pagamento per fornire agli amministratori la possibilità di creare delle aree private con cui condividere informazioni o servizi esclusivi. In più, Facebook, ha manifestato l’intenzione di fornire agli amministratori dei gruppi altamente interattivi la possibilità di guadagnare con la pubblicità e/o sistemi di affiliazione. Per cui, tenete d’occhio le potenzialità dei gruppi Facebook anche per la vendita di prodotti alimentari di nicchia.

I gruppi Facebook, ad esempio, mettono a disposizione una funzione “vetrina” per gli iscritti al gruppo. [Leggi di più su Facebook Gruppi e Vetrina di Vendita.]

Se il gruppo è pubblico, quindi non è riservato ai soli iscritti, i prodotti messi in vetrina con al funzione “annuncio di vendita” vengono inseriti anche nel marketplace generale di Facebook.

Altra cosa, ovviamente, è fare un’impresa online.

Vendere prodotti alimentari tipici di nicchia tramite un gruppo Facebook infatti, può diventare un’attività redditizia solo se si seguono determinate caratteristiche:

Il numero degli iscritti è relativo, serve che questi siano molto interattivi e realmente interessati agli acquisti che proponi

Se il modello che si vuole seguire è quello del gruppo d’acquisto, allora serve che l’amministratore del gruppo abbia delle ottime qualità di Community Manager. Attivando discussioni interessanti per il gruppo, stimolandone la partecipazione

Il gruppo Facebook deve diventare un’entità aggregativa che “sposta” le persone. per farlo è importante organizzare eventi di degustazione con gli iscritti. Invitarli a diventare partner a tutti gli effetti, invitando nuovi amici ad aggregarsi.

Il modello da seguire è quello dell’affiliazione, chi entra nel gruppo deve impegnarsi a portare almeno 2 amici nell’arco temporale stabilito. In caso non riuscisse a farlo allora dovrà impegnarsi a fare delle attività per il gruppo, promuovendolo, o costruendo contenuti di valore rispetto a quelle che sono le sue competenze.

In breve, serve costruire delle “regole di gioco”. Una community è una forma attiva di partecipazione, se le persone non si sentono parte dell’attività, rimangono passive ad osservare e questo non stimola la generazione delle vendite.

Quanto costa stimolare le vendite di prodotti alimentari di nicchia tramite un gruppo Facebook

Il costo dipende da:

Budget pubblicitario con cui promuovere contenuti attraverso la pagina Facebook collegata al gruppo.

Ad oggi, infatti, non è possibile attivare promozioni sponsorizzate con i gruppi di Facebook, ma è solo possibile sponsorizzare post e creare campagne pubblicitarie tramite una pagina Facebook.

Numero degli amministratori del gruppo, quindi dall’impegno che ognuno dovrà mettere nel costruire contenuti di valore, attivare le persone

Organizzazione eventi di degustazione, quindi costi di affitto locali, prodotti e attività organizzativa.

Per fare dei conti veloci, avendo un gruppo con 1.000 persone iscritte altamente coinvolte, con 3 amministratori del gruppo si potrebbe gestire l’attività con circa 15.000€ l’anno.

Il ritorno delle vendite potrebbe essere del 3% netto rispetto all’investimento. Poco? Sì, certo, ma se curi l’attività e la fai crescere aumentando la base di iscritti ed il numero di produttori coinvolti, la proporzione potrebbe aumentare.

PICCOLO SUGGERIMENTO: In tanti si concentrano solo sui prodotti alimentari di nicchia italiani, ma sarebbe utile migliorare la ricerca di prelibatezze anche al di fuori dell’Italia per fornire un servizio davvero esclusivo agli iscritti e costruire una community internazionalizzata. Questo certamente migliorerebbe la resa del business.

CONSIDERAZIONI FINALI: BASTA SOLO UN GRUPPO FACEBOOK PER VENDERE ALIMENTARI DI NICCHIA ONLINE?

Lo so, lo so cosa stai pensando, ti stai chiedendo: Ma quindi posso tranquillamente vendere prodotti alimentari di nicchia senza avere un sito e-commerce?

Tecnicamente sì, la cosa che pochi dicono è che l’e-commerce è la modalità di vendita e NON lo strumento.

Avere un sito web ha dei vantaggi che solo un gruppo Facebook non ha, motivo per cui, quando si deve sviluppare un progetto e-commerce serve fare prima una valutazione di fattibilità e sostenibilità in funzione a:

  1. Chi deve curare il progetto
  2. Quali sono le competenze, se deve acquisirle per portare avanti in autonomia l’attività o se vuole farla gestire a terzi
  3. Qual è lo sforzo finanziario che può permettersi
  4. Se ci sono delle fonti di finanziamento possibili o se si può contare solo su capitale proprio e/o dei soci
  5. Quanto tempo potrà dedicare all’attività, se deve diventare un’attività principale o secondaria

Il mio ruolo è appunto quello di guidare la persona, o le persone, nella scelta migliore e consapevole.

Se può interessarti, ho creato anche io un gruppo facebook per permettere ai piccoli produttori di vendere i loro prodotti senza necessariamente avere un sito e-commerce. Puoi unirti al Gruppo E-commerce Alimentare

Photo credit: smileham on Visualhunt / CC BY-NC

Comunikafood consulenza ecommerce alimentare

Hai un progetto da realizzare?

Vuoi promuoverti all'estero?

Vuoi ottenere più traffico profilato sul tuo sito e-commerce?

Vuoi avere contatti da privati che vogliono comprare alimentari online?

Noi ci occupiamo di posizionamento commerciale, analisi e sviluppo progetti e-commerce, contattaci per un confronto.

Senza troppi giri di parole, dopo una prima analisi del tuo progetto, ci renderemo conto se possiamo davvero aiutarti ad ottenere risultati, in termini di incremento di conoscenza del tuo marchio, di lead (contatti commerciali) e/o di vendite attraverso un circuito che passa anche dall'e-commerce (ma non solo)

*Leggi Cosa dicono di noi*

Contatti rete fissa: +39.0932644839 (Davide) - Ufficio Roma (Mobile): +39 3288468204 (Daniele)

Fornisco il consenso al trattamento dei dati ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679). (Leggi l'informativa sulla privacy)

Accetto di poter ricevere altre comunicazioni di carattere commerciale da parte dello staff di Comunikafood o di altri partners commerciali che offrono servizi correlati (Leggi condizioni) AccettoNo, non accetto.

I dati verranno raccolti solo per poter fornire maggiori informazioni sul progetto Comunikafood e/o proporre offerte commerciali. Qualora non ci fosse volontà di consentire all'uso dei dati per tale finalità i dati raccolti non verranno presi in gestione e verranno rimossi dal sistema di raccolta. Qualora si desiderasse rimuovere il consenso o cancellare il proprio contatto dalla lista dopo aver accettato, basterà inviare una email a [email protected] ed il vostro contatto verrà rimosso. In tal caso il contatto verrà cancellato dal nostro servizio di posta elettronica e non verrà utilizzato in nessun altro modo. Esclusivamente per comunicazioni non commerciali scrivere sulla nostra pagina Facebook. Le informazioni per vendere online o per aprire un e-commerce sono richieste commerciali a cui non risponderemo dalla pagina Facebook.

Consulente e-commerce e vendita online: Daniele Vinci

Mi occupo di marketing per le aziende che vogliono sfruttare l'e-commerce per vendere online. Ho costruito Comunikafood nel 2011 ed oggi è il portale italiano più presente sui motori di ricerca riguardo le tematiche "Come vendere alimentari online", "ecommerce alimentari" e "marketing alimentare". Se cerchi su Google queste tematiche ti accorgerai della presenza rilevante di Comunikafood. Insieme alla mia squadra, di cui io sono il web project manager, curiamo progetti Seo per migliorare la presenza digitale delle imprese online rispetto agli argomenti di loro interesse. Curiamo le attività di promozione attraverso i circuiti di pubblicità online e pianifichiamo le attività necessarie per costruire un progetto commerciale online. Altri progetti di cui sono parte: Bizzwai.it (Marketplace Alimentare) | Reportnotprovided.com (Report Marketing e Analisi Seo) | 3nastri (Comunicazione e identità grafica)

COME È POSSIBILE SAPERNE DI PIÙ

Se ciò che hai letto ti è sembrato interessante e vorresti approfondirlo per metterlo in pratica con la tua azienda agricola o con il tuo progetto e-commerce per vendere online;

Allora sappi che ti possiamo supportare per almeno 1 mese e fornirti le risposte che fino ad oggi non sei riuscito a trovare online. Di seguito alcune delle domande più frequenti che riceviamo:

  1. Come faccio a sapere se il mio sito web “funziona”?
  2. Quanto devo investire realmente per guadagnare?
  3. Quanto tempo ci vuole per vendere online?
  4. Ma se investo 1.000€ ho la certezza di vendere?
  5. Come si acquisisce un cliente online?
  6. Quanto costa acquisire un cliente online?
  7. Come si ottimizzano le campagna Google Adwords?
  8. Come posizionarsi meglio online con un e-commerce?
  9. Quali sono le attività necessarie per sviluppare un progetto di vendita attraverso il web?

Leggi cosa dicono di noi

OTTIENI UNA CONSULENZA PRATICA

 

  • Food E-commerce: Come Vendere Online
    Food E-commerce: Come Vendere Online
    20 settembre, 2018

    Il food e-commerce sembra sia diventato una “moda”, ne sento parlare ovunque. Tutti vorrebbero vendere prodotti alimentari online. Diventa

  • Dati E-commerce Food
    Dati E-commerce Food
    18 settembre, 2018

    Stai cercando dei dati di mercato dell’e-commerce food? Nei troverai tante di statistiche online, alcune sembrano davvero ottime, i

  • E-commerce alimentare: Requisiti
    E-commerce alimentare: Requisiti
    17 settembre, 2018

    I requisiti per avviare un e-commerce alimentare Per vendere alimentari online con un e-commerce serve: Avere una p.iva commerciale

  • Food Marketing [Il Metodo Online]
    Food Marketing [Il Metodo Online]
    30 luglio, 2018

    Questo articolo nasce per 2 motivi: Perché è assurdo che Comunikafood non sia presente in una posizione decente in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.