Come esportare prodotti alimentari in Cina aggiornamento 2013

21

Nov 13

Come esportare prodotti alimentari in Cina aggiornamento 2013

Il tema export alimentare, in questi ultimi anni, sta avendo molta attenzione.

Noi abbiamo già provato a dare indicazioni su come vendere vino in Cina, ad esempio.

Oggi volevo scendere più nel dettaglio e fornirvi link utili al commercio ed export alimentare in Cina.

Segnalo di seguito:

Regole, dazi doganali, tipologia di prodotti alimentari e procedure 2013

In particolare mi soffermerei sui seguenti punti che estraggo di seguito

Forte legame della popolazione locale con le proprie tradizioni gastronomiche – la cucina italiana suscita interesse, rappresenta un traguardo sociale, è apprezzata per le proprietà salutari, ma non riesce a “sfondare” il muro delle tradizioni alimentari locali. [pag. 10]

l’importazione di prodotti agroalimentari per il consumo al dettaglio è un fenomeno che è iniziato da poco più di un decennio e riguarda ancora quantità modeste di prodotto. In questo contesto non si è ancora creata una categoria ampia ed altamente professionale di importatori-distributori [pag.11]

Scarsa conoscenza del sistema cinese da parte delle imprese italiane: spesso non vengono comprese le caratteristiche del mercato locale che richiede investimenti di ingresso-consolidamento notevoli, forte impegno operativo (anche con presenza diretta di incaricati dell’azienda) e obbliga ad attendere almeno 2-3 anni per poter ottenere dei primi risultati economici. In questo quadro le aziende finiscono per non affrontare il mercato cinese, oppure scelgono strategie minimali con investimenti molto bassi che producono risultati modesti e molto diluiti nel tempo. [pag. 11]

Alcuni fattori favorevoli:

la popolazione benestante delle grandi città cinesi è così numerosa che anche una piccola élite di curiosi costituisce un parco clienti di rilevanti dimensioni;
ormai un numero elevato di città costiere mostra forti segnali di occidentalizzazione di alcuni consumi, fra cui anche quelli alimentari;
i crescenti flussi turistici faciliteranno nel prossimo futuro il “successo di ritorno” dei prodotti alimentari esteri – italiani in particolare – e consentiranno il contatto fra il consumatore cinese e la vera cucina italiana;
riconoscimento crescente delle proprietà’ salutari della dieta italiana che esercita una forte motivazione nelle scelte di acquisto, soprattutto per alcuni prodotti come l’olio d’oliva;
il mercato continua a crescere nel medio termine e nel giro di pochi anni avrà dimensioni molto superiori a quelle attuali; la legislazione locale verrà progressivamente semplificata, facilitando l’ingresso sul mercato di nuovi importatori e distributori;
mangiare italiano sarà sempre più di moda e darà profitti adeguati agli operatori del settore, inducendo sempre più cinesi ed italiani ad investire in questo settore. [pag. 11]

A questo segnalo il link di un blog che parla di cultura cinese e aspetti legali 

Usanze e informazioni sui Cinesi e le opportunità per gli italiani

In particolare segnalo l’opportunità delle imprese italiane di sfruttare la tendenza della popolazione “giovane” e “ricca” di scoprire ed apprezzare il cibo ed il vino italiano. Valutare, ad esempio, che il mercato cinese apprezza molto il cioccolato e l’Italia è il primo Paese fornitore in Cina che ha una quota di mercato maggiore rispetto agli altri. Dati ICE 2013, pag. 3

La questione su cui mi soffermerei è che entrare nel mercato cinese con prodotti alimentari italiani non è cosa semplice.

Innanzitutto serve rivolgersi obbligatoriamente ad una società specializzata in import export. Come da documento ICE a pag. 7

In qualsiasi mercato estero il ricorso alla figura dell’importatore è determinante. Tale scelta in Cina diviene obbligatoria in quanto tutte le operazioni di import-export devono essere effettuate tramite società dotate di licenza di commercio estero. A ciò si aggiunga che anche i grandi clienti (catene di hotel, grande distribuzione, ecc.) non importano quasi mai direttamente, rendendo il passaggio attraverso l’importatore l’unico canale di accesso possibile.

Nella pratica l’importatore:

supporta la predisposizione della documentazione necessaria per l’esportazione, comprese le etichette;
fornisce direttamente, o con società collegata, la licenza di importazione;
cura lo sdoganamento del prodotto ed il pagamento degli oneri connessi;
provvede direttamente, o con società collegate, alla distribuzione nel territorio interno;
nel caso in cui curi la distribuzione, assicura anche tutte le attività di promozione, marketing e vendita del prodotto

Quindi, dirai tu che stai leggendo e che sei arrivato qui in cerca di informazioni, cosa posso fare con il web?

Soprattutto, che me ne faccio di un servizio e-commerce per vendere in Cina se poi bisogna affidarsi ad un importatore per vendere prodotti alimentari italiani ai cinesi?

Sul primo punto ti rispondo subito.

Il web non è un canale, è una piattaforma di condivisione, dove poter veicolare informazioni, entrare in contatto diretto con le persone e acquisire autorevolezza diversamente che dai media tradizionali.

È chiaro che per far conoscere il tuo brand in Cina va considerato un investimento economico in advertising su motori di ricerca cinesi, piattaforme Social cinesi. Ad esempio, Facebook non funziona in Cina. Funzionano meglio altri.

Se ti interessa conoscere quali social network funzionano meglio in Cina o conoscere chi può aiutarti nella gestione dei contatti social cinesi lascia un commento qui sotto:

 

Per la questione e-commerce e come fare per vendere in Cina, ti segnalo un link di approfondimento sul tema:

E-commerce in Cina

È consigliabile utilizzare partner locali per avviare un business online. Sfruttare piattaforme internazionali, tipo Alibabà. Stabilire un contatto locale attraverso strumenti di commercio B2b online.

Se ti serve conoscere quali piattaforme utilizzare metti un “mi piace” qui sotto:

 

Infine, se pensi che la Cina sia troppo lontano, che il web sia troppo difficile da utilizzare, sfrutta le fiere di settore. Esistono società che si occupano di promozione all’estero per le imprese agroalimentari italiane.

Il mio consiglio è di sfruttare le risorse web come integrazione alla tua impresa per raggiungere mercati lontani come la Cina. Vendere olio, vino o qualunque altro prodotto alimentare online significa impiegare risorse economiche anche per le promozioni locali sul territorio cinese, l’ affiancamento di un indigeno che possa aiutarti nella conoscenza di usi e costumi locali e nell’approccio commerciale con la lingua madre.

Guarda, ad esempio, cosa ha fatto la Regione Toscana, supportata dal web: Portale di prodotti toscani in Cina

Se ti può interessare, nel prossimo articolo segnalerò i passi necessari per prepararsi all’export alimentare investendo sul web.

Nel frattempo se vuoi maggiori informazioni per conoscere il mercato del web nella vendita di prodotti tipici alimentari  prova a leggere alcuni esempi e suggerimenti che abbiamo raccolto e che possono tornarti utili. 

Immagine tratta da http://www.enoteca-italiana.it

Comunikafood consulenza ecommerce alimentare

Hai un progetto da realizzare?

Vuoi promuoverti in Germania?

Vuoi ottenere più traffico profilato sul tuo sito e-commerce?

Vuoi avere contatti da privati che vogliono comprare alimentari online?

Noi ci occupiamo di analisi e sviluppo progetti e-commerce, contattaci per un confronto.

Fornisco il consenso al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n.196/2003 (Leggi l'informativa sulla privacy)

Accetto di poter ricevere altre comunicazioni di carattere commerciale (Leggi condizioni)

Consulente e-commerce e vendita online: Daniele Vinci

Mi occupo di marketing per le aziende che vogliono sfruttare l’e-commerce per vendere online.

Ho costruito Comunikafood nel 2011 ed oggi è il portale italiano più presente sui motori di ricerca riguardo le tematiche “Come vendere alimentari online”, “ecommerce alimentari” e “marketing alimentare”. Se cerchi su Google queste tematiche ti accorgerai della presenza rilevante di Comunikafood.

Insieme alla mia squadra, di cui io sono il web project manager, curiamo progetti Seo per migliorare la presenza digitale delle imprese online rispetto agli argomenti di loro interesse. Curiamo le attività di promozione attraverso i circuiti di pubblicità online e pianifichiamo le attività necessarie per costruire un progetto commerciale online.

Altri progetti di cui sono parte: Bizzwai.it (Marketplace Alimentare) | Reportnotprovided.com (Report Marketing e Analisi Seo) | 3nastri (Comunicazione e identità grafica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *