Come usare Tripadvisor: il caso Pizzerie/Ristoranti

15

Set 12

Come usare Tripadvisor: il caso Pizzerie/Ristoranti

Cominciamo con una piccola sintesi che ho trovato per voi: Come Registrarsi a Tripadvisor.

certificato tripadvisor

Ora che siete registrati sapete cosa fare?

Ecco alcuni consigli per non rimanere “passivi” e influenzare il posizionamento su Tripadvisor:

1. Chiedi e ti verrà dato.

Chi usa piattaforme social deve farlo sapere. Invita i tuoi clienti a lasciarti un feedback. È severamente vietato promuovere il servizio in cambio di sconti, però diciamo che trattare bene i clienti è già un buon motivo per incentivare il passaparola positivo, non credi?

2. Non essere superficiale ed ascolta.

Chi scrive recensioni sulla tua attività può essere:

  • Un cliente soddisfatto, quindi ringrazialo NON IGNORARLO!
  • Un cliente insoddisfatto, chiarisci il tuo punto di vista e prova a chiedere una seconda possibilità, fatti lasciare in privato i suoi contatti e contattalo anche solo per scusarti. Spesso chi si trova male e te lo vuole far sapere, lo fa per “punirti”. Non essere ingenuo, tu sei un commerciante e devi saper reagire alle critiche. Offrigli una seconda possibilità tramite un contatto privato, vedrai che otterrai un cliente fidelizzato.
  • Un tuo concorrente che vuole manipolare la tua reputazione. Cerca di rispondere in maniera educata, precisa e chiedi chiarimenti. Se una recensione è provocatoria si capisce, chi legge NON è stupido! Ad ogni modo ti segnalo anche il post sulle “recensioni negative e ritorsioni“. Allo stesso modo non pensare mai e poi mai di “assoldare” qualcuno per farti recensioni positive. Oltre ad essere fuori regola, se i veri ospiti si accorgono che ciò che scrivono i “tuoi amichetti” non corrisponde a realtà saranno molto negativi nei tuoi confronti e screditeranno tutti i tuoi commenti positivi. Un mio consiglio personale, lascia perdere queste bassezze. Prova a essere un bravo ristoratore e pizzaiolo, vedrai che i tuoi ospiti saranno i tuoi migliori portavoce di fiducia.

3. Aggiorna e fai aggiornare.

Una delle regole fondamentali di tutte le piattaforme social è la freschezza dei contenuti. Inutile dirti, quindi, che devi facilitare agli altri la possibilità di parlare di te. Scrivilo nello scontrino, mostra il simbolo adesivo ben in vista e ricorda che esisti anche online. Lascia biglietti da visita con i tuoi contatti social. Fallo sapere sul tuo sito. Insomma, crea il contesto adatto per farti dare un parere su ciò che hai offerto ai tuoi ospiti.

Il caso dei ristoratori

Da tempo comincio a  notare uno “strano” interesse virtuoso verso Triapdvisor da parte dei ristoranti e pizzerie, con tanto di “certificato di eccellenza” ben in vista!

Ecco una piccola raccolta di certificati di eccellenza di Tripadvisor, segnala anche il tuo e lo inserirò!

All’inizio pensavo fosse un bell’esempio di slow innovation, quella che può essere sufficientemente utile per capire un’innovazione, poi però ho cominciato a pensare maliziosamente che forse si tratti solo di “semplice” emulazione … Se ce l’ha lui devo averlo anche io!

 

pizza in puglia
Immagine by Dario Ciracì @webinfermento

Alcune riflessioni merito

I ristoratori, per chi ha avuto a che fare per lavori di web marketing, sa quanto siano difficili. Generalmente vogliono spendere pochissimo e vorrebbero che il loro locale sia in prima pagina su Google. Non tutti, ovviamente, ma chi ha avuto modo di lavorarci sa cosa intendo! 😉

Hanno obiettivamente poco tempo da dedicare alle attività web. Spesso si limitano a Facebook, perchè più easy, perché possono chattare anche con l’amico e perché è un modo per leggere cosa fanno gli altri 😉

Spesso le attività che svolgono online sono di rispondere alle e-mail aziendali, seguono gli aggiornamenti di Facebook, leggono le recensioni degli utenti se sono su Tripadvisor, però, capita che non sanno come gestire la patata bollente.

Ipotesi sul perchè usano Tripadvisor:

  • È mediamente semplice da usare.
  • Spesso è suggerito dai figli.
  • È conosciuto dai turisti, soprattutto stranieri che, stranamente, sono molto più esigenti degli italiani in tema di accoglienza, cibo e qualità.
  • È usato dai concorrenti, quindi se ce l’ha tizio e Caio devo averlo anche io! Anche se poi non so che farci.
  • Esporre un certificato è il sistema più vicino al loro linguaggio di efficienza.
  • A differenza di altri social, questo è verticale sul tema accoglienza, cibo e turismo.

Consigli.

Molti ristoranti hanno un sito, ma non un blog. È vero, non avrebbero tempo per gestire un blog, ma quanto gli costa NON averlo ed aggiornarlo!?
Vista la poca presenza di blog di proprietari di ristoranti in giro, per chi dovesse averne uno aggiornato, che interagisce anche sui social media, credo acquisirebbe facilmente molti clienti.

Se non usi il web perché non hai tempo, conoscenze o altro ancora, sappi che c’è chi parla di te e lo fa senza dirti niente. Offri, quindi, almeno la possibilità di farlo in spazi che tu puoi “seguire”.

Una volta ho sentito una grande verità sul web ed i social media:

Non importa che tu non sappia usare i Social Media, l’importante è che permetta di farlo meglio ai tuoi clienti offrendo il necessario.

Vuoi una prova?

Guarda su Pinterest quante persone pubblicano immagini di ristoranti:

Elenco Ristoranti su Pinterest

Fotografie Ristoranti su Instagram

Se usi Instagram ti segnalo anche 7 App per il tuo ristorante

 

Per (non) concludere, hai delle domande da fare in merito?
Scrivi un commento, o pubblicalo sulla nostra bacheca di facebook

Sei un ristoratore ed usi il web per la tua attività ottenendo risultati?
Ottimo! Ti andrebbe di raccontarcelo e scriverlo su Comunikafood? Gratis, giuro! 🙂

 

Comunikafood consulenza ecommerce alimentare

Vuoi avere dati e statistiche per vendere online?

Noi ci occupiamo di analisi e sviluppo progetti e-commerce

Fornisco il consenso al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n.196/2003 (Leggi l'informativa sulla privacy)

Accetto di poter ricevere altre comunicazioni di carattere commerciale (Leggi condizioni)

Consulente e-commerce e vendita online: Daniele Vinci

Mi occupo di marketing per le aziende che vogliono sfruttare l'e-commerce per vendere online. Ho costruito Comunikafood nel 2011 ed oggi è il portale italiano più presente sui motori di ricerca riguardo le tematiche "Come vendere alimentari online", "ecommerce alimentari" e "marketing alimentare". Se cerchi su Google queste tematiche ti accorgerai della presenza rilevante di Comunikafood. Insieme alla mia squadra, di cui io sono il web project manager, curiamo progetti Seo per migliorare la presenza digitale delle imprese online rispetto agli argomenti di loro interesse. Curiamo le attività di promozione attraverso i circuiti di pubblicità online e pianifichiamo le attività necessarie per costruire un progetto commerciale online. Altri progetti di cui sono parte: Bizzwai.it (Marketplace Alimentare) | Reportnotprovided.com (Report Marketing e Analisi Seo) | 3nastri (Comunicazione e identità grafica)

  • MIGLIORI E-COMMERCE FOOD IN ITALIA
    MIGLIORI E-COMMERCE FOOD IN ITALIA
    7 novembre, 2016

    ELENCO MIGLIORI SITI E-COMMERCE ALIMENTARI IN ITALIA In questa pagina verrà pubblicato un elenco di e-commerce alimentari differenziati per

7

7 commenti su “Come usare Tripadvisor: il caso Pizzerie/Ristoranti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *