Vendere Alimentari su Amazon: Conviene?

16

Mar 16

Vendere Alimentari su Amazon: Conviene?

TI STAI CHIEDENDO SE VENDERE ALIMENTARI SU AMAZON POSSA ESSERE UN’OPPORTUNITÀ, VERO?

Beh, prima di capire se vendere alimentari su Amazon sia un’opportunità o meno, servirà avere le informazioni basilari:

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

[/su_list]

[su_highlight background=”#fcff69″]A CHI È UTILE AMAZON PER VENDERE ALIMENTARI[/su_highlight]

Premesso che NON tutti i prodotti sono ammessi alla vendita su Amazon, e che se sei un produttore alimentare e pensi di poter vendere (anche) su Amazon serve che abbia un prodotto difficilmente reperibile altrove, con poca concorrenza e che ti permetta di avere almeno il 300% di margine di guadagno, in alternativa ti consiglio di non farlo.

A meno che non voglia utilizzare Amazon come “strumento” pubblicitario, piazzando il tuo prodotto di qualità ad un prezzo commerciale in offerta con lo scopo di far provare il prodotto.

Ma anche in questo caso, serve che valuti i costi di questa operazione ed i possibili benefici d’acquisizione. Potrebbe essere più conveniente sfruttare delle fiere di settore e ottimizzare meglio gli strumenti di conversione in presenza.

[su_highlight background=”#fcff69″]AMAZON NON È UN CENTRO COMMERCIALE, MA UN AGGREGATORE DI OFFERTE CHE PUÒ OFFRIRE VISIBILITÀ IN CORRISPONDENZA DI UNA RICERCA, CON DELLE REGOLE DI COMPORTAMENTO INSINDACABILI[/su_highlight]

Chi acquista da Amazon continuerà a preferire di acquistare da Amazon e sarà più difficile convincere l’acquirente a comprare sul tuo sito e-commerce con un prezzo maggiore. Per cui se vuoi “sfruttare” la visibilità di Amazon per poi fidelizzare l’acquirente è bene che il tuo prodotto sia davvero eccezionale e non facilmente sostituibile con altro.

Molto più utile a chi è già un grossista alimentare e ha la possibilità di gestire un magazzino o poter affidare un intero stock di prodotti in gestione al servizio di logistica di Amazon, in modo da garantire il servizio di consegna veloce nelle zone servite.

In questo caso, potrebbe essere utile vendere prodotti alimentari su Amazon, ad esempio, infusi di mate, vino Bag in Box, sidro, superalcolici perché sono alcuni dei prodotti con minore concorrenza su Amazon.

Considerando che, ad oggi, ci sono circa 115.000 prodotti in offerta (fai la sommatoria dei numeri in elenco mostrati sopra) e che la maggioranza sono prodotti facilmente acquistabili anche al supermercato sotto casa, serve stabilire quale possa essere il vantaggio di acquistare dei prodotti alimentari su Amazon.

SIMULAZIONE DI VALUTAZIONE DI VENDITA DI UN PRODOTTO ALIMENTARE SU AMAZON: COME FARE A SCEGLIERE COSA VENDERE SU AMAZON? 

Per aiutarti a capire un metodo possibile per valutare l’opportunità di vendita alimentare su Amazon e a quali condizioni conviene farlo, ho fatto una simulazione d’acquisto di un prodotto, per la precisione ho scelto il “Gin Tanqueray” e poi ho simulato un metodo per valutarne l’opportunità di vendita su Amazon.

Se fossi un grossista di liquori, alcolici e superalcolici avrai già sicuramente più strade percorribili per la vendita:

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

  • Vendita tramite una rete di distribuzione locale/nazionale con agenti
  • Vendita diretta tramite un proprio sito web e-commerce B2b e B2c
  • Vendita tramite Marketplace, ad esempio Amazon

[/su_list]

Immaginiamo che sia una persona interessata ad acquistare il Gin Tanqueray online, molto probabilmente mi comporterei in questo modo:

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

[/su_list]

COSA OTTERRÒ DALLA RICERCA SU GOOGLE?

La prima ricerca su Google sarà esplorativa e mi permetterà di visualizzare le differenti tipologie di informazioni, anche commerciali, in merito al prodotto che sto cercando.

COSA OTTERRÒ DAI COMPARATORI DI PREZZO?

Da comparatori di prezzo voglio constatare le differenze di prezzo e avere informazioni differenti dai venditori.

COSA OTTERRÒ DAI MARKETPLACE TIPO AMAZON?

Fare direttamente una ricerca su Amazon, senza passare da un link sponsorizzato su Google, significa che voglio fare un’ultima verifica dell’offerta commerciale prima dell’acquisto.

Questo significa che se troverò lo stesso prodotto su Amazon ad un prezzo inferiore di tutti e il venditore ha un’ottima reputazione nei feedback, la probabilità che scelga d’acquistare su Amazon è molto elevata.

Le motivazioni di questa scelta saranno:

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

  • Prezzo conveniente
  • Affidabilità del servizio di Amazon
  • Possibilità di lasciare un feedback negativo in caso di criticità nella transazione

[/su_list]

ADESSO PASSIAMO AL METODO PER VALUTARE L’OPPORTUNITÀ COMMERCIALE DI VENDERE IL PRODOTTO SU AMAZON

Per prima cosa serve valutare i limiti del mio business:

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

  • Perché vuoi vendere su Amazon? Per guadagnare o per farti pubblicità
  • Non essendo un produttore di Gin, di quante casse di Gin disponi?
  • Quanto ti costano?
  • Quanto ti costa lasciarle ferme in magazzino?
  • Qual è il margine di guadagno che ti permette di sostenere il rischio?
  • Quanto costa stare su Amazon? (vedi link sopra)
  • Quante casse dovrai vendere per recuperare l’investimento e guadagnare?
  • Quanto puoi investire sulla vendita del prodotto a mo’ di promozione della tua attività di vendita liquori all’ingrosso? (Usare un prodotto civetta per acquisire clienti con altri prodotti in magazzino)

[/su_list]

Ciò che possiamo studiare è:

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

  • Geografia della domanda del prodotto: Dove è cercato di più il prodotto?
  • Volume della ricerca del prodotto
  • Concorrenza dei produttori (Quanti produttori sono già presenti nel mercato)
  • Concorrenza dei prezzi (Trovaprezzi, Amazon, Google Shopping )
  • Valutare un paniere di prodotti correlati da vendere

[/su_list]

Interesse per Ricerca Google gin tanqueray - Tutto il mondo, 2004 - Presente

Volume ricerche mensile Gin

Google Suggest Gin

prezzi gin

CONCLUSIONI E CONSIGLI PER VENDITA DI ALIMENTARI SU AMAZON

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

  • Prima di ogni cosa serve fare un’analisi della domanda, dell’offerta e della forza della concorrenza.
  • Successivamente serve stabilire un obiettivo commerciale: Guadagno o Promozione?
  • Calcolare i costi dell’impresa
  • Studiare quali prodotti, tra il mio paniere di prodotti, ha maggiore richiesta e sfruttarlo come prodotto civetta per poi proporre nuovi acquisti o combinarli nei suggerimenti del carrello di vendita. (vedi esempio immagine di seguito)

[/su_list]

Tanqueray London Dry Gin Amazon.it Alimentari e cura della casa

[su_highlight background=”#fcff69″]CONSIGLI: CHI POTREBBE TRARRE VANTAGGIO DALLA VENDITA DI ALIMENTARI SU AMAZON (OGGI)[/su_highlight]

Se sei un grossista alimentare utilizzare Amazon può essere un contributo alle vendite dei tuoi prodotti e per diversificare il mercato di riferimento.

Se sei un piccolo produttore NON ti consiglio di utilizzare Amazon, ma potresti valutare l’opportunità di “sponsorizzare” i tuoi prodotti su Amazon con lo scopo di farti conoscere (anche se non venderai nulla, il costo per click sarà certamente minore del costo di affissione di un cartellone pubblicitario)

IN FUTURO, FORSE … 

È molto probabile che Amazon sia interessato al mercato dei prodotti alimentari italiani dei piccoli produttori al punto che ha fatto degli investimenti per studiare più da vicino il sistema logistico più funzionale per gestire le vendite di questi prodotti.

A quel punto lo scenario che prevedo sarà molto simile ad una piattaforma web che prenderà ordini e consegnerà entro massimo 4 ore il prodotto acquistato.

Il tutto sarà possibile grazie ad un centro logistico delocalizzato e destrutturato (vedi esempio di Justeat) che vedrà nei punti vendita locali come le gastronomie dei punti di forza.

Amazon sarà la struttura con cui i produttori locali si aggregheranno per arrivare a distribuire nei punti dove oggi gli è materialmente impossibile arrivare.

A mio avviso, Amazon riuscirà nell’impresa che altri non sono riusciti a cogliere per mancanza di un modello d’azione efficiente.

[su_highlight background=”#fcff69″]ALTERNATIVA A VENDERE ALIMENTARI SU AMAZON PER UN GROSSISTA ALIMENTARE E/O PER UN PRODUTTORE[/su_highlight]

Se sei un grossista alimentare, Amazon ti offre certamente una buona opportunità, ma serve pensare anche ad un piano B, nel caso Amazon decida di chiuderti l’account di venditore o inizi ad entrare troppa concorrenza.

L’opportunità che vedo è quella di costruirti la tua “isola felice” in mezzo ad un Oceano competitivo.

Ciò significa che dovrai costruire la tua struttura web ed ottimizzare il flusso di persone verso la tua “isola” al fine di offrire loro un servizio speciale NON basandoti solo su prezzi “in offerta”, ma puntando sulla qualità del servizio che offrirai.

Le persone devono ritornare da te perché offri un servizio di scelta ed acquisto efficiente.

[su_highlight background=”#fcff69″]SE SEI UN GROSSISTA, PER COSTRUIRE LA TUA ISOLA FELICE DEVI VALUTARE:[/su_highlight]

[su_list icon=”icon: arrow-right”]

  • Costo progettazione
  • Costo sviluppo struttura web (immagini, testi)
  • Ottimizzazione SEO
  • Investimento pubblicitario per farti raggiungere

[/su_list]

[su_highlight background=”#fcff69″]SE SEI UN PICCOLO PRODUTTORE, IL MIO CONSIGLIO È:[/su_highlight]

Cercare di aggregarti con altri produttori locali del tuo territorio per costruire un’unica piattaforma ottimizzando l’investimento di avvio e mantenimento

Se questo non fosse possibile, le uniche possibilità che hai per aumentare la conoscenza dei tuoi prodotti e della tua realtà d’impresa è:

Partecipare a fiere di settore e creare un circuito di conversione contatti. Usa l’assaggio prodotti per raccogliere contatti o inviare altri assaggi a persone che ti lasciano i loro recapiti.

Nel pacco includi le modalità di acquisto successivo dal tuo sito web.

Ricompensa gli acquirenti con messaggi e omaggi personalizzati. Non è importante il valore dell’omaggio, ma l’azione.

[su_highlight background=”#fcff69″]UN ALTRO CONSIGLIO CHE MI SENTO DI DARTI QUALORA NE AVESSI LA POSSIBILITÀ DI TEMPO E/O ECONOMICA PER FINANZIARE L’ATTIVITÀ, È QUELLA DI CURARE UN BLOG TEMATICO E BRANDIZZARLO.[/su_highlight]

L’argomento da trattare NON deve essere speculare al prodotto, serve semplicemente che sia un argomento utile e che trova piacere nel trattarlo nei dettagli.

Le persone che ti seguiranno, diventeranno dei tuoi lettori e di conseguenza ti sentiranno più vicino a loro anche quando dovranno scegliere dove acquistare un prodotto come quello che tu offri con la tua azienda.

Non è fantascienza è psicologia.

 

Comunikafood consulenza ecommerce alimentare

Hai un progetto da realizzare?

Vuoi promuoverti in Germania?

Vuoi ottenere più traffico profilato sul tuo sito e-commerce?

Vuoi avere contatti da privati che vogliono comprare alimentari online?

Noi ci occupiamo di analisi e sviluppo progetti e-commerce, contattaci per un confronto.

Fornisco il consenso al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n.196/2003 (Leggi l'informativa sulla privacy)

Accetto di poter ricevere altre comunicazioni di carattere commerciale (Leggi condizioni)

Consulente e-commerce e vendita online: Daniele Vinci

Mi occupo di marketing per le aziende che vogliono sfruttare l’e-commerce per vendere online.

Ho costruito Comunikafood nel 2011 ed oggi è il portale italiano più presente sui motori di ricerca riguardo le tematiche “Come vendere alimentari online”, “ecommerce alimentari” e “marketing alimentare”. Se cerchi su Google queste tematiche ti accorgerai della presenza rilevante di Comunikafood.

Insieme alla mia squadra, di cui io sono il web project manager, curiamo progetti Seo per migliorare la presenza digitale delle imprese online rispetto agli argomenti di loro interesse. Curiamo le attività di promozione attraverso i circuiti di pubblicità online e pianifichiamo le attività necessarie per costruire un progetto commerciale online.

Altri progetti di cui sono parte: Bizzwai.it (Marketplace Alimentare) | Reportnotprovided.com (Report Marketing e Analisi Seo) | 3nastri (Comunicazione e identità grafica)

  • Video Marketing Turismo e Alimentare
    Video Marketing Turismo e Alimentare
    26 luglio, 2017

    VIDEO MARKETING  Si dice video marketing un’attività di video editing adattata ad una strategia di marketing. Quindi, una

4

4 commenti su “Vendere Alimentari su Amazon: Conviene?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *