Vendere Online Prodotti Alimentari: Quanto Costa Farlo Bene

14

Mag 13

Vendere Online Prodotti Alimentari: Quanto Costa Farlo Bene

Perchè vendere prodotti alimentari online sta diventando una “moda”?

Il mercato dei prodotti alimentari italiani, soprattutto quelli biologici, quelli di produzione tipica regionale stanno conoscendo una nuova stagione: Quella di internet.

Sempre più richieste ci arrivano sulla casella e-mail di persone che vorrebbero vendere online il proprio olio extravergine, il proprio vino, magari vendere prodotti tipici delle propria zona geografica diventando dei “rappresentanti digitali” .

Prima di capire se esistono le condizioni per avviare un business simile mi riallaccio ai commenti generati dall’articolo precedente in cui si parlava di “come vendere online con i social media“.

Per vendere alimentari online, prima di tutto, va chiarito che servono delle licenze per la somministrazione di alimenti e bevande.

Si è soggetti a controlli per l’igiene e si è responsabili del prodotto venduto, pur se non si ha diretto contatto con i prodotti e questi sono venduti direttamente dal produttore.

Esistono tantissimi siti online dove si vendono prodotti alimentari. Alcuni di questi sono fatti bene, come ho segnalato sull’ebook Foodwineweb, altri hanno delle grosse lacune e molto probabilmente non avranno successo online, se non tramite dei clienti fidelizzati nel tempo attraverso altre forme di contatto.

 

QUANTO COSTA VENDERE ONLINE?

 

I costi per vendere online sono determinati da 3 variabili principali:

Tempo, Conoscenza, Promozione

 

Banale vero?

Invece, non è poi così banale se si pensa che il tempo di apprendimento può essere affiancato dalla consulenza esterna di un esperto alle vendite online.

 

Il tempo di gestione del commercio online è diviso per tipologia di gestione:

  • Gestione magazzino
  • Gestione ordini/resi/contestazioni
  • Gestione fornitori
  • Gestione contenuti online

 

La conoscenza è determinata da ciò che sai fare e da ciò che invece devi pagare per farlo fare ad altri.

Esempio, se sai come costruire un sito web, puoi risparmiare, a patto che sappia farlo bene!

Se non sai come si fa, dovrai investire tempo nel formarti, quindi dovrai decidere se investire tempo affinché imparare a farlo da solo o se pagare qualcuno che lo faccia per te facendoti risparmiare tempo.

La promozione di un’attività di vendita alimentari online va saputa gestire considerando la tipologia di prodotti facilmente reperibile altrove.

>> Se vendi vino, ad esempio, devi tenere in considerazione che il tuo potenziale acquirente ha altre possibilità di acquisto oltre il tuo negozio online, magari proprio sotto casa.

Ammesso che il tuo potenziale cliente sia arrivato sul tuo sito e-commerce, deve trovare una motivazione valida per concludere l’acquisto.

Per fare in modo che questo accada devi costruire un circuito di vendita. Inoltre, per avere un vantaggio competitivo online devi tenere in considerazione degli elementi chiave che ti sintetizzo per punti:

Se sei un “rappresentante digitale”, potresti ad esempio valutare queste tre variabili:

 

  • Analisi concorrenza prezzi – Se ne hai le capacità puoi essere competitivo sui prezzi. A parità di prodotto, se tu offri un prezzo più basso hai maggiori possibilità di vendita.
  • Offrire un servizio migliore – Magari puoi offrire un servizio di consulenza alla scelta del vino. Un servizio professionale gratuito che chi si trova a comprare vino, magari non avendo le conoscenze del prodotto, potrebbe trovare utile al punto da scegliere te come punto di riferimento.
  • Avere un’esclusiva di vendita – Sarebbe molto utile se vendessi dei vini pregiati non facilmente trovabili altrove. Noto spesso che chi vende vino online, propone gli stessi vini che poi trovo al supermercato. Ti confesso che anche io, pur amante del digitale, se dovessi trovare lo stesso vino al supermercato lo acquisterei lì e non certo online. Se non altro per questioni di praticità.

 Se sei un produttore di vino, come anche di olio extravergine, invece, devi partire da:

 

  • Costruzione del Brand sia offline che online
  • Costruzione di relazioni commerciali e digitali
  • Ottimizzazione presenza online (SEO, Social, DEM … etc)
  • Coinvolgere gli acquirenti a far conoscere il tuo prodotto, in fiera, in azienda, spedendo campioni omaggio

Questi appena elencati sono dei punti che devi tenere ben a mente se vuoi capire come funziona il web. Non è un mondo staccato dalla realtà in cui vivi e spesso è molto più semplice a farsi che a dirsi. Non esistono formule magiche, trucchi da giocoliere per avere un ritorno, serve metodo, tempo, costanza e conoscenza aggiornata. Fatti affiancare da un esperto, se vuoi sapere a chi rivolgerti, lascia un commento e ti segnalo i migliori in questo settore con cui collaboro spesso. Professionisti che ti dicono chiaramente come stanno le cose senza avere nessuna intenzione di fregarti soldi e tempo.

COSTI – QUANTO SERVE PER INIZIARE A VENDERE?

I costi per iniziare sono determinati da più fattori. Per semplificare, ti indicherò dei costi generici, basati sulla mia esperienza, che ti serviranno per orientarti.

Per darti una forbice di prezzi utilizzerò tre figure tipiche di chi lavora online:

  • Tuo cugino – Quello che ne capisce di computer e che vuole farti risparmiare
  • Il freelance – che lavora con una p.iva, spesso collabora con web agency ma si procura anche direttamente i lavori
  • Team Web Producers (TWP) – è la forma più evoluta delle web agency. Più professionisti operano insieme su singoli progetti, abbattendo i costi di produzione delle strutture fisiche, tipo le classiche agenzie web. Il vantaggio di scegliere un team sta nelle fasi di produzione del lavoro. Generalmente di occupano della gestione completa di un progetto online.

 

I costi per avviare un’attività online sono da considerarsi suddivisi in categorie:
Grafica, Design, Software, Gestione, Promozione

Per conoscere i costi ed i preventivi per e-commerce rimani aggiornato, li tratterremo più dettagliatamente nel prossimo articolo. Si basano sulla nostra personale esperienza e ti serviranno per orientarti. L’articolo è pronto per giorno 16 maggio ore 11:00

Se vuoi vendere online, queste sono le condizioni per farlo bene e i costi per avere qualche possibilità in più.

In alternativa, se non vuoi convincerti dei costi e dei metodi appena accennati su come vendere il tuo prodotto online, o sei un’azienda conosciuta e quindi sfrutti la conoscenza del tuo brand fino a quando puoi, o è meglio che non inizi a vendere online.

Apri un sito web semplice, con i tuoi contatti email e telefonici e continua a vendere il tuo prodotto con il passaparola tra conoscenti, come hai fatto finora. Altrimenti il contesto digitale, se preso con superficialità, ti risucchierebbe solamente soldi e tempo.

PER APPROFONDIRE QUESTE TEMATICHE

Leggi Foodwineweb e Lascia un tuo feedback
immagine by @jenuino

Comunikafood consulenza ecommerce alimentare

Hai un progetto da realizzare?

Vuoi promuoverti in Germania?

Vuoi ottenere più traffico profilato sul tuo sito e-commerce?

Vuoi avere contatti da privati che vogliono comprare alimentari online?

Noi ci occupiamo di analisi e sviluppo progetti e-commerce, contattaci per un confronto.

Fornisco il consenso al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n.196/2003 (Leggi l'informativa sulla privacy)

Accetto di poter ricevere altre comunicazioni di carattere commerciale da parte dello staff di Comunikafood o di altri partners commerciali che offrono servizi correlati (Leggi condizioni) AccettoNo, non accetto.

Qualora non accettassi, non potrai ricevere i servizi richiesti. Esclusivamente per comunicazioni non commerciali scrivere sulla nostra pagina Facebook. Le informazioni per vendere online o per aprire un e-commerce sono richieste commerciali a cui non risponderemo dalla pagina Facebook.

Consulente e-commerce e vendita online: Daniele Vinci

Mi occupo di marketing per le aziende che vogliono sfruttare l’e-commerce per vendere online.

Ho costruito Comunikafood nel 2011 ed oggi è il portale italiano più presente sui motori di ricerca riguardo le tematiche “Come vendere alimentari online”, “ecommerce alimentari” e “marketing alimentare”. Se cerchi su Google queste tematiche ti accorgerai della presenza rilevante di Comunikafood.

Insieme alla mia squadra, di cui io sono il web project manager, curiamo progetti Seo per migliorare la presenza digitale delle imprese online rispetto agli argomenti di loro interesse. Curiamo le attività di promozione attraverso i circuiti di pubblicità online e pianifichiamo le attività necessarie per costruire un progetto commerciale online.

Altri progetti di cui sono parte: Bizzwai.it (Marketplace Alimentare) | Reportnotprovided.com (Report Marketing e Analisi Seo) | 3nastri (Comunicazione e identità grafica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *